Post Translate

martedì 30 ottobre 2018

TOP SECRET - NON PUBBLICARE MAI I TUOI SOGNI

Indice dei Post

Questo post è dedicato a chi sogna e a coloro che dicono:

"Io non sogno mai" 
"Io i sogni non li ricordo"

Stanotte, dopo aver letto questo post probabilmente ti ricorderai un sogno e... Resterai meravigliato.

*********************************************
 Per battere un ciarlatano ci vuole un esperto, e a volte non basta nemmeno quando i creduloni sono stati abbindolati per bene.




LA PRUDENZA NON E' MAI TROPPA

 Non pubblicare e non condividere i tuoi sogni se c'è la possibilità di essere identificati, specialmente sui social che vanno evitati come la peste. NON  raccontare i tuoi sogni agli sconosciuti e non confidarli nemmeno agli amici, parenti, colleghi di lavoro, insomma a persone che conosci, anche quelle di cui ti fidi. 

Nelle immagini APPARENTEMENTE assurde dei sogni è condensata e codificata l'intera storia della tua vita, anche la storia che tu non ti sei reso di aver vissuto e che per questo si chiama INCONSCIO.

Gli psicoterapeuti questo lo sanno bene ed è per questo che i sogni fanno parte delle informazioni riservate personali tutelate dal segreto professionale.

Nei sogni c'è scritto tutto di te, più di un dossier F.B.I. o K.G.B.

C'è scritto tutto: lo stato della tua salute e se stai male la causa della tua malattia, come vanno le tue relazioni affettive (pure quelle che tieni segrete, stai attento!), i tuoi pensieri, il tuo modo di esistere, il tuo modo di comunicare, i tuoi errori, le tue illusioni, le violenze subite che non ricordi (rimosse) ma che ancora ti provocano dolore, il valore delle relazioni interpersonali, la tua vera età come persona (che spesso non coincide con quella anagrafica) e ti rivedi bambino,...

TUTTO!

SOGNO significa "SE OMNIUM", ovvero "TUTTO DI SE' STESSO"
ONIRICO significa "TO ON ORAO (greco)", ovvero vedo tutto (di me).

E questo gli antichi lo sapevano molto bene.
I sacerdoti di Asclepio erano dei veri esperti.
Anche il mio omonimo, il profeta Daniele, era uno che coi sogni ci sapeva davvero fare.

Se ti interessa puoi imparare anche tu a leggere i sogni consultando questo blog il cui redattore, essendo uno psicoterapeuta abilitato di scuola umanista, nonché informatico esperto d'immagini, può leggerti un tuo sogno.

Non lo pubblicherà mai mettendoci il tuo nome.
Glielo puoi inviare in PVT.

Poi lui ti chiederà il permesso di pubblicarlo se meritevole di attenzione. 

Se acconsenti cambierà i luoghi, le date e i nomi dei personaggi in modo che nessuno possa risalire a te.
Lo commenterà in versione light esattamente come ha prima fatto con te in PVT. 
Ti dirà quello che la tua coscienza può capire.
Se vuoi di più allora devi cercarti un bravo professionista che sa leggere i sogni e andare da lui. 
Chiedi prima di che scuola e se è esperto in onirologia.
Tipo gli junghiani che sono ben preparati.
Ce ne sono sicuramente altri.


LUI NON TI DARA' MAI RISPOSTE DIRETTE CHE POSSONO ESSERE LETTE DA ALTRI TIPO I COMMENTI SUI SOCIAL COME FACEBOOK.

Lui non vuole farsi pubblicità spiattellando i fatti tuoi a destra e manca per far vedere che è bravo (a fare il pettegolo).

Sarebbe come pubblicare su Youtube la clip della tua ultima visita ginecologica o l'esame digitale della tua prostata.

Pubblicare un proprio sogno mettendoci nome e cognome significa fare il selfie della propria mente.

Molto di più che farsi un selfie stando nudo. 

E ti faccio subito un esempio.

Trovi su Fb un profilo come questo:
Dream Readers aka Elizabeth Juell


Informazioni:
Intuitive Pealm reading
Aura Reading
Physic questions
Dream Interpretation
Support with Young Living Essential Oils



Eppure c'è gente che lì si fa interpretare i sogni.
Chi è Elizabeth? Una persona perbene di certo, ma i sogni li sa davvero interpretare? Per quel che ho visto mi pare sia un po' scarsa. Posso sbagliarmi.

Nella guida, che ti consiglio di scaricare e leggere, a pagina 7 queste persone sono le più pericolose e sono bollate col semaforo rosso.



NON PUBBLICARE MAI I TUOI SOGNI

Ci sono sui social molti ciarlatani che pur di strapparti un sogno non esitano a millantare titoli che non hanno mai conseguito. I sogni magari li sanno pure leggere ma poi che uso ne faranno? Molti sono dei MIND HACKERS che potrebbero usare, male per te, i tuoi sogni ma bene per loro. 

Oppure se incappi i qualche ciarlatano ignorante, che però si atteggia da esperto, potrebbe succedere, anzi sicuramente accade, che i consigli che ti dà siano autentiche corbellerie che ti arrecheranno notevoli danni.

-- SE TI CAPITA DI TROVARE QUALCUNO SUI SOCIAL CHE PARLA DI SOGNI VERIFICA INNANZITUTTO  IL SUO PROFILO E SE DICE DI ESSERE PSICOLOGO O  PSICOTERAPEUTA, CONTROLLA CHE SIA ISCRITTO ALL'ORDINE CONSULTANDO L'ALBO ON-LINE.

SE NON E' IN ELENCO SICURAMENTE E' UN MILLANTATORE E DENUNCIALO SUBITO ALL'ORDINE DEGLI PSICOLOGI DELLA TUA REGIONE

 QUI IL LINK ALL' ORDINE PSICOLOGI LAZIO
PER SCARICARE GRATIS LA GUIDA 

-- SE INVECE NEL SUO PROFILO COMPAIONO TITOLI DI FANTASIA COME "ONIROLOGO", "ESOTERISTA", "TAROCCATORE" (che legge i Tarocchi ;-)), "COUNSELOR", e simili.
PRESTA MOLTA ATTENZIONE E POI ALLONTANATI

Condividi questo mio post con i malcapitati followers. Fai un buon servizio sociale.

Un cordiale saluto

Dott. Daniele Bernabei
Psicologo, psicoterapeuta.



mercoledì 24 ottobre 2018

COME SI LEGGONO I SOGNI * I META-DATI


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°° 

PROGETTO MINDOWS

UN MODO NUOVO DI LEGGERE I SOGNI

I sogni possono essere letti secondo diverse modalità. In questo post Vi faccio vedere come si fa quando abbiamo qualche decina di sogni fatti da una medesima persona.

Quando abbiamo a disposizione un solo sogno allora la modalità di lettura è diversa. 

Vi propongo una novità.

Iniziamo subito con i meta-dati.

Sono le informazioni relative ad un oggetto o ad una risorsa.
Tale è anche un oggetto onirico (p.e. il sogno) che può essere osservato ed utilizzato come risorsa.


I META-DATI

Immagine del sito linkato sopra



L'idea di reperire e analizzare i meta-dati di un sogno l'ho scoperta anni fa e poi mi è venuta voglia di pubblicizzarla quando, qualche giorno fa, ho visto  il film di Friedrich Moser A Good American prodotto da Oliver Stone.

Un modo utile e produttivo di usare i films (A questo link potete leggere il post dove spiego come usare i film in modo nuovo).

La pellicola narra  le disavventure di William Binney uno dei migliori analisti che la NSA abbia mai avuto.

Binney ideò e rese operativo Thin Thread un sistema di controllo globale basato sui meta-dati,  capace di intercettare e interpolare tutte le transazioni che avvengono su Internet, le reti telefoniche, i circuiti bancari, l'emissione dei biglietti... Una invenzione, la sua, che provocò un terremoto nella NSA.  

Un sistema di controllo assai più efficace ed economico di qualsiasi sistema di intercettazione mai progettato dai servizi segreti di tutte le nazioni del mondo.

Un team di 6 persone era diventato capace di lavorare e produrre meglio delle 500 persone assegnate ad un altro progetto miliardario analogo "TRAILBLAZER" che però non funzionò mai ma che fu tenuto in vita per succhiare denaro pubblico col beneplacito del Congresso. 

Thin Thread invece fu ripetutamente silurato perché entrava pesantemente in conflitto con gli interessi economici della parte avversa.


Se volete saperne di più vi consiglio  di leggervi un po' di documentazione e magari vedetevi pure il film su Youtube se siete connessi in VPN (Virtual Private Network) altrimenti niente! Oppure se usate il PC navigate con il browser "OPERA" e attivate il VPN nelle impostazioni avanzate.


Sono almeno trent'anni che utilizzo la raccolta dei meta-dati, ancor prima che questi fossero classificati e categorizzati quale parte integrante della Information Technology.



Comunque adesso, per rendere le cose facili da capire, ho semplificato al massimo possibile usando Microsoft Word e una sua piccola routine opzionale che conta le ricorrenze di ogni parola presente in un documento di testo. 


La pagina che sto scrivendo è fatta col meta-linguaggio HTML  usato per scrivere L'ALGORITMO invisibile, che contiene le istruzioni simboliche per generare L'IMMAGINE di questo post. 

Il browser (CHROME, FIREFOX, EXPLORER, OPERA, YANDEX) a sua volta contiene un altro algoritmo capace di leggere questo HTML per produrre sullo schermo l'immagine del post che adesso state leggendo.

Questi meta-dati sono il CODICE SORGENTE dell'immagine che vedete sul monitor.
Volete vederlo?

Tenete premuti il tasti CTRL + U

Per chi usa lo smartphone può scaricare da Google Play la tastiera CLAVIS che ha il tasto Ctrl.


E voilà ecco cosa c'è dietro l'immagine.


La stessa cosa per i sogni. 
Sono generati da algoritmi di reti neurali biologiche.

In giro su Fb trovo a volte qualche dinosauro informatico, collezionista di "Mi Piace" che si mette a scrivere sui sogni.
Per lui potrebbe essere difficile capire le cose semplici che sto adesso scrivendo.

Quando leggo un sogno faccio CTRL + U della sua immagine e scopro i meta-dati. 

Provate a fare CTRL + U sulla pagina iniziale di GOOGLE e vedete che casino di meta-linguaggio c'è dietro!!!!

VISTO!?


PROPRIETA' DEI META-DATI

I meta-dati sono indipendenti dal contenuto e sono invisibili all'utente.
I meta-dati sono dati sui dati. Sono informazioni che, ad esempio, descrivono le caratteristiche  di un oggetto informatico come può essere una cartella o un file di Windows (Vai su "Esplora Risorse" scegli un file e clicca col pulsante dx. Compare un menù, clicca sull'ultima voce "Proprietà" ed ecco che viene fuori una finestra con tutti i meta-dati del file selezionato).

Questa proprietà mi ha permesso di creare un modello nuovo di lettura che si pone come alternativa ai modelli psicologici che invece si basano sul contenuto dei sogni suddividendolo in "latente" e "manifesto", come ad esempio fa la psicanalisi freudiana.

Qui faccio a meno dei simboli per come sono  trattati in quasi tutti i dizionari dei sogni.


Non si può fare a meno dei simboli che, per i sogni, necessitano di un approccio diverso. specialmente quando spiegherò gli altri modi di lettura delle immagini.

Quando si parla di simbolo l'ignorante fa di tutta un'erba un fascio senza verificarne le proprietà e le differenze e butta tutto al macero.

Invece il linguaggio  come lo sono il VisualBasic e HTML, è composto da simboli che sono operatori di azione. Simboli che compongono l'algoritmo operativo di un certo programma. 
Per chi mastica un poco di informatica questi sono concetti ovvi e risaputi.

Le immagini oniriche SONO UN META-LINGUAGGIO OPERATIVO che necessita di una ben precisa chiave di lettura per poter poi comprendere il messaggio univoco racchiuso nel sogno.

Io sono anche psicologo e psicoterapeuta ma per leggere le immagini dei sogni preferisco avvalermi dell'informatica che studio dal lontano 1963.


°°°°°

Vi chiedo, da adesso, di evitare di pensare usando la negazione "NON". Se vi riesce ostico qualche concetto andate comunque avanti evitando di dirvi "Non ho capito".
Perché?
Portate pazienza... 

Passo subito ad un esempio facile facile.

Ho unito, in un documento Word, 34 sogni di una medesima persona e poi, analizzando il testo, ho creato una graduatoria delle frequenze.


Ho escluso gli articoli e le congiunzioni.


Le parole che hanno maggiori ripetizioni sono:


NON (229);MI (178); MA (142); CON (165); PERCHÉ (119); COME (97); MIA (97); VEDE (50); STO (47); ALLORA (47); CASA (47); MADRE (45); DOVE (38); VIA (36); ANNI (32); SCENA (31); SORELLA (31); SOGNO (31); VEDO (30); SOTTO (28); SEMBRA (28); DICE (26); STRADA (23); RAGAZZO (22); PADRE (22); RAGAZZA (20); NOTTE (19); MANGIARE (17); DENTRO (17); DEVO (16); PERSONE (15); PAURA (14); DAVANTI (14); 
ACQUA (13); VECCHIA (13); MACCHINA (12); VEDERE (12)

Vediamo ora come ho usato questi dati per quantificare l'inconscio, identificarlo e, infine, decodificarlo.

Nei sogni c'è un consistente numero di oggetti (che impropriamente sono classificati come simboli) i quali hanno una connotazione BIOLOGICA ben precisa che consente di applicare il criterio primario di lettura, quello biologico per l'appunto.


Tale criterio consiste nel valutare le relazioni che intercorrono tra i vari elementi del sogno (persone, animali, cose, ambiente, sentimenti) in funzione dell'utilità che esse rappresentano.

Utilità riferita alla salute biologica in senso medico, affettivo, sociale, economico, evolutivo.

Utilità diretta verso ESSERI VIVENTI.

SOLO I VIVENTI SOGNANO


Questa affermazione implicitamente ci dice che i morti hanno perso questa capacità (evito di scrivere: "i morti non sognano"). Si tratta di due MODI diversi di essere del medesimo individuo: o sei vivo o sei morto!


Come ho già ripetutamente scritto, nei sogni la negazione come immagine è assente.

Con un'immagine (onirica) è impossibile rappresentare "non c'è posto per me in macchina".
Posso vedere che l'automobile del mio boss ha tutti i posti occupati e interpretarlo come "non c'è posto", non solo per me ma per nessun altro. Ma è impossibile disegnare un "non posto".
Vedo, invece, che il mio posto è occupato da un altro.

Il Meta-messaggio che il sogno mi dà è: "Vai da un'altra parte"; "Fai qualcosa di diverso"; "Scegliti un altra meta"; "CAMBIA I TUOI COMPAGNI DI VIAGGIO". 


Va letto evitando di usare la negazione "NON".


Posso dipingere il "non blu"?


Il sogno afferma ma non nega.

Tranne in un caso: quando qualcuno parla (una persona, un animale, una pianta, un oggetto inanimato). Vi rammentate nella Divina Commedia (Inferno, Canto XIII) la selva dei suicidi:


Allor porsi la mano un poco avante, 
e colsi un ramicel da un gran pruno; 

e ’l tronco suo gridò: «Perché mi schiante?».



Da che fatto fu poi di sangue bruno, 
ricominciò a dir: «Perché mi scerpi? 
non hai tu spirto di pietade alcuno?    

Qualcuno potrà obiettare: "Ma cosa c'entra la Divina Commedia coi sogni?"
C'entra, eccome se c'entra!
Basta leggere l'inizio del primo canto dell'Inferno per capire in che modo Dante entra nella Selva Oscura: con un sogno.

Dante fa parlare un arbusto.
Che poi sia un'allegoria, una metafora o una similitudine o... Un sogno, poco importa.

L'arbusto parla e usa pure "non"!



Quando nel sogno qualcuno ti parla stai bene attento: questo qualcuno cerca di indurti a PENSARE secondo il suo modo che potrebbe essere diverso dal tuo.

Un esempio lampante si ha quando nel sogno ti parla RENZI, BERLUSCONI, DI MAIO, SALVINI, IL NONNO DEFUNTO, BEPPE GRILLO; BRAD PITT... 

Questi personaggi rappresentano IL MODO secondo cui ti stai relazionando adesso con qualcuno che somiglia a RENZI (ma non è lui a meno che ti chiami Gentiloni) per il suo modo di raccontare fandonie o a DI MAIO che vuole far passare per Reddito di Cittadinanza il modello fallimentare tedesco del Sussidio di Disoccupazione.

Un'eccezione potrebbe essere, se soffri d'insonnia, quando dopo 1000 pecore riesci finalmente ad addormentarti. Ecco che subito ti compare il presidente MATTARELLA che inizia a farti il discorso di fine anno: una pillola benefica per addormentarti in maniera ancora più rilassata e profonda.

Ma ritorniamo a "NON".
Mi auguro che tu abbia evitato di usarlo.

GUARDA CASO LA PARTICELLA "NON" (Prima in classifica) E' RIPETUTA BEN 229 VOLTE NELLA TRASCRIZIONE DI QUESTI 34 SOGNI. 


La particella "NON" è la parola chiave, estrapolata da 12975 parole.


Essa è l'indicatore quantitativo dell'INCONSCIO del sognatore.

Nei sogni il sognatore risulta inconscio a sé stesso diverse centinaia di volte.

IL META-DATO NASCOSTO E' IL NUMERO 229 CHE QUI CARATTERIZZA LA PAROLA "NON".

Per trovare questa informazione nascosta ho usato un algoritmo scritto in VisualBasic Microsoft.

Ecco alcuni stralci presi dai sogni:

  • sembra una torta pasqualina ma non si vede bene...
  • L’aspetto tuttavia non sembra invitante...
  • XXXXXX mi dice: “Dai, vieni con noi”. Ma quando apro la portiera vedo che la macchina è piena e dico: “ come faccio a venire non c’è più posto”;
  • ma il conto non torna per poco, per tipo 18 euro o giù di li;
  • Mia madre non si vede dove sta ma si presume dietro...
  • e dico nel sogno un nome di una via ma non me la ricordo...
  • STO IN UNA CASA CHE NON CONOSCO CHE PERO’ NEL SOGNO E’ QUELLA IN CUI DORMIVO DA BAMBINA
  • IL VIGILE NON VIGILA BENE.
  • CAMMINANDO NON SO IN CHE LUOGO RIVEDO xxxxxxx xxxxxxx UN RAGAZZO CHE VENIVA CON ME AL LICEO 
  • SI VEDONO DEI GUANTI DI PLASTICA GIALLI MA NON SI VEDE CHE LI METTO
  • STO CON DEGLI AMICI CHE PERO’ NON SI VEDONO, SAREMO IN TOTALE 4,5 AMICI. NON SI SA COME CI HANNO LASCIATO IN UN POSTO DI VACANZA CHE E’ IL DESERTO IN RIVA AL MARE...
  • HO UNA PAURA INCREDIBILE, C’E’ UNA PRESENZA CHE MI MINACCIA. ALLORA INIZIO A CORRERE SU UNA SCALA CHE NON HA IL MURO INTORNO...
  • C’E’ ANCHE UN ALTRO AUTOBUS MA NON MI INTERESSA...
Bene cari amici lettori abbiamo scoperto l'inconscio!

Ma cosa significa "INCONSCIO"?

IGNORANZA!
Di cosa?

Il sognatore non ha coscienza di cosa le immagini significhino per lui. E tanto per farvi capire proviamo a togliere "NON".

Ed ecco che il tecnico che legge il sogno capisce che:

  • C’E’ ANCHE UN ALTRO AUTOBUS MA NON MI INTERESSA...
  • CAMMINANDO NON SO IN CHE LUOGO, RIVEDO xxxxxxx xxxxxxx UN RAGAZZO CHE VENIVA CON ME AL LICEO
  •  STO IN UNA CASA CHE NON CONOSCO CHE PERO’ NEL SOGNO E’ QUELLA IN CUI DORMIVO DA BAMBINA
Lo psicanalista parlerebbe di rimozione, negazione, resistenza... Insomma i famosi meccanismi di difesa. Poi facciamo transfert e controtransfert, ci mettiamo un po' di regressione e altra robetta, poi dopo 10 anni di lettino per tre volte a settimana, scopriamo che... Sono passati 10 anni.

Proviamo adesso ad indagare su chi è questo ragazzo del liceo.

I meta-dati ci dicono che "Ragazzo" compare 22 volte e cerchiamo dove questo ragazzo è riconosciuto dal sognatore.

...SOTTO UNA PICCOLA TETTOIA BASSA CI SONO TUTTI CAGNOLINI DI VARIE SPECIE PICCOLI E SIMPATICI. C’E’ DA CERCARE UN RAGAZZO IN PERICOLO DI VITA E LORO INIZIANO A SNIFFARE IL TERRENO PER CERCARLO...
 ....IN UNA BARA BIANCA DI LEGNO COPERTO DI PATATE AL FORNO...

Non sorridete.
NIENTE FIORI! Il sognatore vuole nutrire il corpo per farlo rinascere.

Poesia di vita.

Tralascio certi passaggi per rispetto della privacy. Ma già qui è possibile identificare bene il ragazzo in questione.

...E’ POMERIGGIO TARDO. AD UN CERTO PUNTO VEDO NELLA STRADA GRIGIA GIU’  SOTTO UN BEL RAGAZZO CHE MI SEMBRA xxxxxxxx IL MIO PRIMO E VERO AMORE...

Ecco che solo usando i metadati abbiamo fatto l'identikit del ragazzo.E svelato il META-MESSAGGIO nascosto:


UN MESSAGGIO D'AMORE 

Trasformato in lutto.

Diffuso in quasi tutti e 34 i sogni.

Ma non è tutto. Prima c'è stato un amore ancora più grande, anch'esso finito, di cui non scrivo per il rispetto della riservatezza verso questa persona.

Ci sono sintomi vitali che aiutano a comprendere l'alfabeto delle immagini.
La migliore medicina contro la morte di un amore è il nutrimento rappresentato nei sogni in cui compare tanto buon cibo che il sognatore gusta con piacere. Non solo nei sogni, ma anche quando a casa sua cucina per sé o va in un buon ristorante. 

Il corpo e la mente ridiventano luminosi ed attraenti e si preparano a esplorare nuovi orizzonti.

La parola "Mangiare" compare 17 volte e la troviamo solo negli ultimi dei 34 sogni.

Se avete tempo andate a leggervi il mio post "La Sindrome di Stendhal" per capire come si nasconde un remoto evento che condiziona il comportamento di una persona (sia nel bene che nel male).


Questo è un modo di servirsi dei meta-dati su una serie di sogni per ricavare un indicatore universale  che si usa nelle verifiche di Auditing aziendale per misurare 


l'ignoranza distribuita 

che inquina l'Impresa, e ne pregiudica la struttura organizzativa, i processi, le procedure, la finanza, la sicurezza, il controllo di gestione...

La verifica  e la misura del deficit di know-how.

Gli altri tre indicatori di malfunzionamento derivanti dall'ignoranza sono la frequenza e la gravità degli errori, gli elementi fuori controllo che provocano distrazione, le intrusioni (insiders) perpetrate con intento doloso.



Almeno uno di questi quattro indicatori è sempre presente nei sogni.


Li ha trovati il sottoscritto.

I meta-dati non si usano solo in base alla frequenza. Possono essere bene utilizzati anche per misurare il VALORE delle relazioni.


Soprattutto quando abbiamo a disposizione un solo sogno.

Ci vuole un piccolo data base di riferimento,  costituito dai meta-dati ricavati da migliaia di sogni, composto da un centinaio di parole chiave. 

Nell'elenco delle frequenze che ho riportato all'inizio ci sono parecchie di queste 100 parole.

Quando in un sogno, di queste 100 parole, ne troviamo una o più di una allora è bene prestare molta attenzione: sono indicatori primari che vanno letti secondo una precisa chiave di senso.


Su questo argomento scriverò fra un po' di tempo.


Per ora mi sento abbastanza soddisfatto per aver dato un piccolo esempio di come poter leggere i sogni da informatico piuttosto che come psicologo.
Il discorso potrebbe essere assai più ampio ma ciò che ho scritto in questo post basta e avanza.

Sempre a disposizione per chiarimenti e delucidazioni.

Dimmi un tuo sogno e partiamo da lì.

Un cordiale saluto.













Daniele Bernabei


°°°°°

Se vi va vedetevi questo video su Youtube dove un giovane scienziato spiega bene cosa sono i meta-dati.
















venerdì 12 ottobre 2018

THE GREATEST SHOW IN THE NIGHT

...SHARE YOUR DREAMS WHIT ME...


                             Listen to this song before falling asleep.

                                 You will see a show all for you

       Eight billion and more dreams every night!



 

...SHARE YOUR DREAMS WHIT ME...

...For the world we're gonna make...

=============================================

 A MILLION DREAMS

[Verse 1: Young P.T./Ellis Rubin]
I close my eyes and I can see
A world that's waiting up for me
That I call my own
Through the dark, through the door
Through where no one's been before
But it feels like home

[Pre-Chorus: Young P.T./Ellis Rubin]
They can say, they can say it all sounds crazy
They can say, they can say I've lost my mind
I don't care, I don't care, so call me crazy
We can live in a world that we design

[Chorus: Young P.T./Ellis Rubin]
'Cause every night I lie in bed
The brightest colors fill my head
A million dreams are keeping me awake
I think of what the world could be
A vision of the one I see
A million dreams is all it's gonna take
A million dreams for the world we're gonna make

[Verse 2: Young P.T./Ellis Rubin]
There's a house we can build
Every room inside is filled
With things from far away
Special things I compile
Each one there to make you smile
On a rainy day

[Pre-Chorus: Young P.T./Ellis Rubin]
They can say, they can say it all sounds crazy
They can say, they can say we've lost our minds
I don't care, I don't care if they call us crazy
Runaway to a world that we design

[Chorus: P.T. Barnum/Hugh Jackman]
Every night I lie in bed
The brightest colors fill my head
A million dreams are keeping me awake
I think of what the world could be
A vision of the one I see
A million dreams is all it's gonna take
Oh, a million dreams for the world we're gonna make

[Bridge: Charity Barnum & P.T. Barnum]
However big, however small
Let me be part of it all
Share your dreams with me
You may be right, you may be wrong
But say that you'll bring me along
To the world you see
To the world I close my eyes to see
I close my eyes to see


[Chorus: Charity Barnum & P.T. Barnum]
'Cause every night I lie in bed
The brightest colors fill my head

A million dreams are keeping me awake
A million dreams, a million dreams
I think of what the world could be
A vision of the one I see
A million dreams is all it's gonna take
A million dreams for the world we're gonna make

[Outro: Charity Barnum & P.T. Barnum]
For the world we're gonna make

============================

 A MILLION DREAMS

 [Verse 1: Young P.T./Ellis Rubin] 
Chiudo gli occhi e posso vedere 
Un mondo che mi sta aspettando 
Che io chiamo il mio 
Attraverso il buio, attraverso la porta 
Attraverso dove nessuno è stato prima 
Ma sembra di essere a casa

[Pre-Chorus: Young P.T./Ellis Rubin] 

Possono dire, possono dire che tutto sembra pazzo 
Possono dire, possono dire che ho perso la testa 
Non mi interessa, non mi interessa, quindi chiamami pazzo 
Possiamo vivere in un mondo che progettiamo

[Chorus: Young P.T./Ellis Rubin] 

Perché ogni notte menti a letto 
I colori più brillanti mi riempiono la testa 
Un milione di sogni mi tengono sveglio 
Penso a cosa potrebbe essere il mondo 
Una visione di quello che vedo 
Un milione di sogni è tutto ciò che accadrà 
Un milione di sogni per il mondo che faremo

[Verse 2: Young P.T./Ellis Rubin] 

C'è una casa che possiamo costruire
 Ogni stanza all'interno è piena 
Con cose da lontano 
Cose speciali che compilo 
Ognuno lì per farti sorridere
 In un giorno di pioggia

[Pre-Chorus: Young P.T./Ellis Rubin

Possono dire, possono dire che tutto sembra pazzo
 Possono dire, possono dire che abbiamo perso la testa
 Non mi interessa, non mi interessa se ci chiamano pazzi 
In fuga verso un mondo che progettiamo

[Chorus: P.T. Barnum / Hugh Jackman] 

Ogni notte mi trovo a letto 
I colori più brillanti mi riempiono la testa 
Un milione di sogni mi tengono sveglio 
Penso a cosa potrebbe essere il mondo
 Una visione di quello che vedo 
Un milione di sogni è tutto ciò che accadrà
 Oh, un milione di sogni per il mondo che faremo

[Bridge: Charity Barnum e P.T. Barnum] 

Comunque grande, per quanto piccolo 
Lasciami essere parte di tutto questo 
Condividi i tuoi sogni con me 
Potresti aver ragione, potresti avere torto 
Ma dimmi che mi porterai con me 
Per il mondo che vedi 
Al mondo chiudo gli occhi per vedere 
Chiudo gli occhi per vedere

[Chorus: Charity Barnum e P.T. Barnum] 

Perché ogni notte menti a letto 
I colori più brillanti mi riempiono la testa 
Un milione di sogni mi tengono sveglio 
Un milione di sogni, un milione di sogni 
Penso a cosa potrebbe essere il mondo 
Una visione di quello che vedo 
Un milione di sogni è tutto ciò che accadrà 
Un milione di sogni per il mondo che faremo 
[Outro: Charity Barnum e P.T. Barnum] 
Per il mondo che faremo


======================================

Eight billion and more dreams every night!